Si sa che l’organismo umano è composto per oltre il 75% da acqua, per questo motivo è di fondamentale importanza assumere la giusta quantità giornaliera di acqua per assicurare il corretto funzionamento di organi e tessuti. Ma le acque non sono tutte uguali, ognuna ha le proprie caratteristiche peculiari che la rendono più o meno adatta alle varie condizioni fisiologiche di un organismo. 

L’acqua alcalina differisce dalle acque che siamo abituati ad acquistare in bottiglia e dall’acqua corrente che arriva nelle nostre case grazie ad un processo di alcalinizzazione, così come suggerisce il nome stesso. Un’acqua si definisce alcalina quando il suo valore di pH è superiore a 7, cioè quando la quantità di ioni H+ liberi è più bassa. In genere nelle etichette delle acque in bottiglia è possibile leggere la dicitura “pH alla sorgente” che, comunque, difficilmente equivale al pH finale in quanto il valore andrà incontro a variazioni, soprattutto a causa dei procedimenti di stoccaggio e commercializzazione che tendono ad modificarne il valore. L’acqua pura ha infatti un pH intorno a 7, dunque neutro, ma le sostanze contaminanti eventualmente presenti e i processi a cui va incontro per essere commercializzata possono portare tale valore inferiore a 6 e quindi rendere il pH dell’acqua eccessivamente acido. Sui valori di pH influiscono pesantemente l’alimentazione, lo smog, lo stress e i naturali processi cellulari che tendono ad “acidificare”, cioè abbassare il pH del nostro organismo, ecco perché è così importante assumere un’acqua in grado di contrastare questi meccanismi. Se si parte da un’acqua “normale”, come quella che scende tutti i giorni dai rubinetti di casa, perché avvengano le reazioni chimiche necessarie alla creazione di

acqua alcalina è necessario che il liquido venga filtrato e opportunamente trattato da uno specifico strumento, il depuratore per acqua alcalina, che può essere collegato direttamente al rubinetto di casa. La filtrazione serve innanzitutto a depurare l’acqua da eventuali agenti patogeni e altri elementi che possono provocare danni alla salute; una volta filtrata tramite il modulo per la depurazione costituito da un filtro e due membrane, l’acqua passa attraverso un post filtro alcalino che incrementa rapidamente il pH del liquido. Dopo tutto questo sarà finalmente possibile gustare la propria acqua alcalina depurata e sanificata direttamente dal rubinetto della propria casa.

I vantaggi dell’acqua alcalina

L’acqua alcalina apporta all'organismo numerosi effetti benefici, dimostrati da valide ricerche scientifiche che hanno preso spunto dall’evidenza che molte popolazioni con aspettative di vita elevate consumino in abbondanza questo particolare tipo di acqua. Tali studi sono stati effettuati inizialmente nelle università orientali, dove il consumo di acqua alcalina è molto diffuso, diffondendosi più recentemente anche in quelle occidentali che hanno iniziato a farne impiego. I benefici apportati all’organismo sono certamente molteplici, proprio perché moltissime sono le condizioni patologiche associate all’acidità:

  • Contro invecchiamento e patologie degenerative: le malattie degenerative sono spesso dovute all’azione dei radicali liberi e dei rifiuti acidi dell’organismo. Inoltre è stato dimostrato come la presenza di bicarbonato (sostanza che tende ad alcalinizzare) aiuti a mantenere attivi gli organi e i tessuti. L’assunzione di acqua alcalina ionizzata può dunque contribuire a neutralizzare gli acidi e mantenere più a lungo un fisico attivo e giovane.

 

  • Contro l’osteoporosi: quando l’organismo va incontro a fenomeni di acidificazione cerca di tamponare questi valori e, per farlo, utilizza anche gli ioni calcio provenienti dalle ossa, provocando dunque una perdita nella struttura e conseguenti problemi di osteoporosi. Ciò accade soprattutto nelle donne in menopausa, che subiscono già un procedimento di degenerazione dovuta ai cambiamenti ormonali, e nelle persone anziane, a causa dei problemi relativi all’età avanzata. Il consumo di quest’acqua aiuta a contrastare questi processi, bilanciando il fenomeno dell’acidificazione ed evitando il conseguente indebolimento osseo.

 

  • Contro malattie infettive: nel caso in cui l’organismo debba affrontare l’attacco di un agente patogeno è preferibile che il pH del sangue sia alcalino per contrastare al meglio l’acidità creata dalle cellule esterne che il sistema immunitario deve sconfiggere. In questo modo la ripresa sarà sicuramente più veloce ed efficiente.

 

  • Contro diarrea e stitichezza: queste condizioni patologiche, di per sé non molto gravi e abbastanza comuni, possono essere causate da vari fattori, uno dei quali è di certo l’acidità intestinale. Nel primo caso, infatti, gli alimenti possono arrivare nel primo tratto dell’intestino ancora con un elevato grado di acidità, e questa condizione può provocare problemi di dissenteria, anche cronica, perché il nostro organismo cerca di espellere il materiale dannoso. Allo stesso modo la stitichezza può essere provocata dall’accumulo di sostanze di scarto molto acide nell’intestino, elementi che il corpo non è riuscito e non riesce ad espellere. L’assunzione di acqua alcalina permette di contrastare entrambe queste condizioni bilanciando il pH del nostro intestino.

 

  • Contro la gastrite: come ben noto, la gastrite è dovuta ad una iperacidità che attacca i tessuti gastrici e può anche causare ulcerazioni. Il consumo di acqua alcalina aiuta a contrastare questa acidità e può essere un ottimo coadiuvante di un’eventuale terapia farmacologica.

 

  • Contro i tumori: numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che la formazione di una massa tumorale necessita di un ambiente acido. Contrastando questa acidità è dunque possibile prevenire la formazione e la crescita di vari tipi di tumore.

I depuratori alcalini

Oltre ad essere priva di sostanze inquinanti, per arrecare davvero beneficio alla salute occorre che la vostra acqua sia alcalina, cioè dotata di un ph superiore a 7. L'acqua alcalina dei nostri depuratori aiuta a smaltire i rifiuti acidi accumulati per effetto dell'alimentazione e dell'ambiente, rendendo le vostre cellule sane e il loro ph equilibrato. Se le cellule si trovano in assenza di minerali alcalini, dovranno estrarli soprattutto dalle ossa, ma anche da altre parti del corpo che ne contengono, indebolendoci considerevolmente. Inoltre, in un organismo alcalino i microrganismi nocivi non possono sopravvivere. L'acqua alcalina agisce velocemente, fluidifica il sangue e raggiunge tutti i tessuti del corpo in tempo breve, per cui gli effetti benefici di un bicchiere di acqua depurata sono immediati. L'acqua alcalina ci fornisce minerali essenziali alla vita come calcio, magnesio e potassio, nella forma più semplice da assimilare, ovvero disciolti in acqua.

Bere acqua alcalina, come hanno dimostrato molti medici e dietologi, aiuta a tamponare gli acidi prodotti da alimenti tipici della nostra dieta come carne, frumento, latticini e a diluirne tutte le componenti chimiche favorendo la digestione e l’assimilazione. Il parere degli esperti è chiaro: utilizzare un depuratore domestico per bere ogni giorni acqua alcalina in abbondanza migliora la salute e previene moltissime malattie. E’ di fondamentale importanza, però, alcalinizzare solamente un’acqua già depurata, perché con l’utilizzo di gocce o altri dispositivi che prima non depurano l’acqua dalle sostanze inquinanti eventualmente presenti, si finisce soltanto con l’arricchire un’acqua impura, un risultato totalmente inutile se l'obiettivo è difendere e tutelare la propria salute.