La plastica, lo sappiamo bene, è uno dei materiali più inquinanti del nostro pianeta, un veleno che sta lentamente logorando il mondo e la salute dell’uomo senza che questo se ne accorga. 

Le bottiglie di plastica sono un enorme problema per l’inquinamento globale, e spesso vengono utilizzate una sola volta, fino al consumo dell’acqua conservata all’interno del singolo contenitore, e poi buttate nel cestino. In media ogni anno, nel mondo, vengono utilizzate più di 500 miliardi di bottiglie d’acqua che si degradano nell’ambiente in circa 1000 anni, per una media di 85 bottiglie all’anno a persona. Queste bottiglie molto spesso non vengono riciclate, viste le difficoltà legate alla separazione dei rifiuti e all’alto costo del processo di smaltimento, e il più delle volte finiscono abbandonate in mare, nelle nostre montagne e nei nostri fiumi, avvelenando e uccidendo annualmente milioni di animali. Negli anni si sono create vere e proprie isole di spazzatura galleggiante – alcune larghe come l’intera Italia – che contengono una grossa percentuale di plastica non degradabile. Uccelli marini e pesci sono sempre più le vittime di questo fenomeno, in quanto i processi di degradazione non sono adeguati a eliminare questi rifiuti resistenti al tempo e agli agenti atmosferici. La reale dimensione del peso che i rifiuti plastici non riciclabili sono per la società sta solo ora iniziando ad essere compresa. Studi universitari dimostrano che negli USA, una persona in media produce 250 grammi di rifiuti e bottiglie di plastica al giorno; nel mondo, 300 milioni di tonnellate di materiale sono prodotti ogni anno – un dato destinato a espandersi, con l’invenzione di nuovi tipi di plastica che andranno a soddisfare la sempre maggiore fame di prodotti composti da questo materiale.

Siamo condannati a vivere con tutti gli scarti plastici che abbiamo prodotto e riversato nell’ambiente fino a ieri, e andrà sempre peggio in futuro se i nostri comportamenti e abitudini non cambieranno. Gli effetti negativi della plastica sulla salute umana  sono da anni oggetto di studio di medici e scienziati con risultati sempre più allarmanti e ci ricordano che, sebbene la plastica abbia avuto un ruolo benefico nella società, il suo sfacciato abuso ha portato a una condizione radicalmente insostenibile: le bottiglie di plastica vengono spesso utilizzate per un solo giorno prima di venir disperse nell’ambiente in cui resisteranno per secoli. Utilizzando un depuratore d’acqua nella tua casa, ufficio o ristorante, hai la possibilità di dire finalmente stop alle migliaia di tonnellate di bottiglie di plastica che ogni anno inquinano il nostro pianeta. Inoltre, eliminando anche la necessità di trasportare per il paese centinaia di carichi di bottiglie, si può ottenere una massiccia riduzione del numero di autocarri sulle nostre strade, a vantaggio dell’aria che respiriamo ogni giorno. L’acqua purificata dai nostri depuratori si traduce immediatamente in meno plastica, meno fatica e più spazio, che a sua volta significa un maggior rispetto per l’ambiente.