Quando l'acqua contiene una quantità significativa di calcare e altri sali minerali, è denominata acqua dura. L'acqua dura è nota per bloccare e logorare i tubi di scarico della rete idrica e ostacolare la dissoluzione di sapone e detersivi. L'addolcimento dell'acqua è un processo recente che favorisce la rimozione degli ioni che inducono l'acqua ad essere dura, nella maggior parte dei casi, ristabilendo un bilancio ideale dei sali minerali e degli elementi ferrosi presenti all’interno del liquido. Durante l'addolcimento, infatti, si possono anche rimuovere ioni ferro e di altre sostanze potenzialmente nocive. Il modo migliore effettuare questo processo è impiegare un addolcitore domestico e collegarlo direttamente al rifornimento idrico. Un addolcitore per acqua, dunque, è uno strumento usato per addolcire l'acqua, rimuovendo costantemente i minerali che ne causano la durezza e creano pericoli per l’impianto di tubature e la salute delle persone . L’acqua dura, infatti, può bloccare i tubi e impedire la normale dissoluzione del sapone, causando un elevato rischio di formazione di depositi negli impianti d’acqua domestici. A causa di queste pericolose ostruzioni, le tubazioni si intasano e l’efficienza delle caldaie e dei serbatoi si riduce drasticamente. Tutto questo processo può portare ad un incremento del costo del riscaldamento domestico dell’acqua superiore al 20%, oltre al rischio di danneggiare i macchinari domestici o velocizzarne i processi di usura.

Gli addolcitori per acqua sono scambiatori di specifici ioni, destinati alla rimozione di ioni caricati positivamente: essi rimuovono principalmente gli ioni di calcio e magnesio, spesso indicati come “minerali di durezza”. Gli addolcitori a volte vengono anche applicati per rimuovere il ferro: i loro dispositivi possono rimuovere fino a cinque milligrammi per il litro (5 mg/l) di ferro dissolto. Un addolcitore per acqua raccoglie i minerali che determinano la durezza all'interno del relativo serbatoio di condizionamento e -di tanto in tanto- li fa fuoriuscire per il drenaggio. Scambiatori ionici sono spesso usati per l'addolcimento dell'acqua: quando uno scambiatore ionico è applicato a tale scopo, va a sostituire gli ioni magnesio e calcio contenuti nell'acqua con altri ioni, per esempio sodio o potassio. Gli ioni dello scambiatore sono aggiunti alla riserva dello scambiatore sotto forma di sali di potassio e di sodio.

I nostri addolcitori d’acqua sono sistemi avanzati e altamente tecnologici, realizzati direttamente da noi all’insegna della massima qualità e del risparmio del cliente. Costruiti nel rispetto di tutte le normative italiane ed internazionali, i prodotti Aquanova possono vantare le più importanti certificazioni di qualità presenti sul mercato degli impianti idrici.