Contaminazione fecale, cloroformio e antibiotici: l’acqua pubblica che sgorga dal rubinetto della nostra casa purtroppo non è così pura e controllata come vorremmo. Lo studio dell’Università di Napoli non lascia spazio a dubbi di alcun tipo: la situazione è davvero allarmante. Cosa fare?

L’acqua proveniente dall’acquedotto cittadino, grazie al mancato utilizzo di bottiglie di plastica , è sicuramente molto più ecologica rispetto a quella minerale in bottiglia, ma cosa sappiamo della sua qualità? Non che l'acqua nelle bottiglie di plastica sia sempre qualitativamente superiore, ma il monito ecologista purtroppo si scontra con i risultati decisamente poco rassicuranti di un'analisi dell'Università di Napoli, che si è allargata a 50 città italiane e 17 regioni. Secondo un primo bilancio di questo studio, dai nostri rubinetti sgorgano batteri che la disinfezione dovrebbe aver già eliminato, insieme ad inquinanti derivati dal cloro. Nel 24% dei casi si presenta una contaminazione fecale, probabilmente a causa di una scarsa manutenzione delle tubature o dei serbatoi. Preoccupa ancor di più la presenza sistematica di trialometani come il cloroformio e di composti organoalogenati come trielina, percloroetilene, dicloroetano: si tratta dei sottoprodotti chimici determinati dall'ormai vetusta clorazione, che in molti casi non è in grado di uccidere i batteri della sostanza organica. Il 32,82% dei campioni supera i limiti dei composti organoalogenati, il 72% di trialometani, il 77,44% di entrambi. Rilevanti anche le contaminazioni della rete idrica di medicinali come antibiotici, ansiolitici e antinfiammatori, oltre a scarichi industriali tipo PFAS, pesticidi utilizzati nell’agricoltura che filtrano attraverso il terreno e raggiungono le falde acquifere, contaminazioni di arsenico  e rifiuti industriali seppelliti illegalmente sottoterra a scapito della salute di tutti.

Purtroppo i comuni hanno l'obbligo di controllare la qualità dell'acqua solo fino al contatore di casa, operazione spesso eseguita sommariamente. Di lì in poi spesso non esistono controlli, che andrebbero richiesti ad amministratori di condomini o privatamente al costo di spese dalla portata notevole. Il risultato è che, in moltissimi casi, migliaia di persone scoprono solamente dopo diversi mesi o anni di aver bevuto e utilizzato per cucinare acqua con concentrazioni di sostanze inquinanti altissime e ad alto rischio cancerogeno. Con quest’acqua tossica la maggior parte delle famiglie italiane prepara ogni giorni tè, caffè, minestroni, pasta, riso e molti altri cibi che assorbono tutte le sostanze inquinanti del liquido prima di venire ingerite da adulti e bambini; non solo, ma con la bollitura si verifica un’evaporazione di acqua che porta ad una concentrazione di ben 2 o 3 volte superiore a quella originale, andando ben al di fuori dei limiti imposti dalla legge di potabilità previsti per quella sostanza. Cosa fare allora? Passare all’acqua in bottiglia, magari di plastica? Come molte altre ricerche hanno dimostrato, l’acqua confezionata non è affatto immune da pericolose contaminazioni . L’unica soluzione raccomandabile per salvaguardare la propria salute dall’inquinamento di ciò che beviamo risiede in una corretta manutenzione degli impianti domestici e, soprattutto, nell’utilizzo di purificatori e depuratori appositamente studiati per rimuovere tutte queste sostanze tossiche dal nostro bicchiere.

I vantaggi di avere un depuratore d’acqua

Il depuratore d’acqua domestico è un dispositivo che serve per eliminare impurità o sostanze inquinanti eventualmente presenti nell’acqua del proprio rubinetto. La depurazione dell’acqua, infatti, si effettua per rimuovere tutte quelle sostanze estranee presenti naturalmente nell’acqua potabile attraverso un complesso sistema di processi di carattere fisico definiti a osmosi inversa . La depurazione dell’acqua oggi rappresenta un processo molto importante dato che l’acqua viene usata in casa tutti giorni sia per bere che per cucinare, ecco perché la sua depurazione rappresenta un’azione fondamentale per eliminare tutte quelle sostanze nocive come ammoniaca, azoto, zolfo, fosfati e diversi metalli. La rimozione degli elementi contaminanti dall’acqua grezza è necessaria per riuscire a usare un’acqua che sia realmente adatta al consumo domestico o per uso professionale , come per la preparazione di cibi e bevande all’interno di un ristorante, bar o albergo.

 

Oggi il depuratore d’acqua è entrato nelle case di moltissime famiglie che non si fidano più della manutenzione delle condotte idriche comunali  e che, sia per motivi economici che per il rispetto dell’ambiente, non vogliono più ricorrere all’acquisto di acqua in bottiglia. La spesa per un purificatore d’acqua, infatti, ripaga i costi delle confezioni di bottiglie, offrendo un enorme risparmio economico oltre all’importante miglioramento della qualità dell’acqua bevuta e, quindi, della salute delle persone in famiglia. Grazie ad un depuratore domestico avrete a disposizione una riserva infinita di acqua sana e purificata, accessibile a temperatura ambiente, fredda o calda, naturale o frizzante a seconda del proprio gusto, disponibile nella nostra cucina con un semplice click. Fonte anche di acqua rimineralizzata e di acqua alcalina , l’utilizzo di un depuratore si traduce in un notevole risparmio di spazio, senza bottiglie di plastica o vetro da ammassare in dispense o cantine, oltre che in una minor fatica durante la spesa al supermercato adesso che l’elemento più pesante, le confezioni d’acqua che spesso ci riempiono tutto il carrello, sono soltanto uno spiacevole ricordo. Con un depuratore domestico non è più necessario preoccuparsi che l’acqua della rete idrica sia adeguatamente controllata, poiché l’impianto filtra e blocca tutte le sostanze nocive presenti, indipendentemente dal numero e dalla loro concentrazione. Anche nell’improbabile caso che ci sia un problema nella qualità dell’acqua erogata, l’impianto di purificazione segnerà prontamente il pericolo, fungendo da quotidiana garanzia della qualità dell’acqua che beviamo o usiamo per cucinare ogni singolo giorno.

Le nostre proposte

Aquanova  è una delle principali aziende italiane nella produzione e vendita di depuratori d’acqua domestici , lo strumento ideale per garantirsi ogni giorno una sorgente di acqua sana e buona direttamente dal rubinetto della tua casa. Inoltre, per offrire un servizio a 360 gradi e poter rispondere a qualsiasi necessità del cliente, Aquanova produce, oltre ai depuratori per casa e agli addolcitori domestici , anche una serie di impianti di depurazione professionali , come i depuratore d’acqua per ristorazione  o i purificatori d’acqua per ufficio.

Forte di numerosi anni di esperienza nel settore dei depuratori d’acqua presso le sue sedi di Cagliari e Milano, ma soprattutto grazie alla sua tecnologia all’avanguardia e in costante sviluppo in grado di rivoluzionare il mercato degli impianti di depurazione, Aquanova si è affermata da tempo come uno dei leader indiscussi nell’importante settore del trattamento acque. Venite a scoprire i nostri depuratori d’acqua di prima qualità, e constatate in prima persona come il design semplice ed elegante e l’innovativo sistema di purificazione per osmosi inversa  possa cambiare per sempre il gusto dell’acqua che scende dai vostri rubinetti di casa.